Pelham 123: ostaggi in metropolitana

Potrei anche fermarmi dallo scrivere, dopo il lunghissimo titolo, visto che c’è Tony Scott in regia e Denzel Washington come eroe. Il tutto è aggravato dal cattivo di turno, il solito John Travolta. Quanti ricordi per quegli attori…Meglio dimenticare però, perché si è scelta la solita regia col montaggio con cui non capisci niente, e se ne và almeno mezz’ora del tuo tempo. Ma se Scott scegliesse di dimenticare Bruckheimer, verrebbero fuori dei mediometraggi?

Sono stato un pò cattivo, lo ammetto. La storia sembrava banale, ma qualcosina funziona. I dialoghi tra i protagonisti, ad esempio, o il retroscena del personaggio di Travolta, un colpaccio di intuizione per il sindaco, che dopo più di un’ora capisce che era un broker, prima di entrare in prigione e fare quell’attentato…E Denzel? Il buono per eccellenza, che perdoniamo per una tangente, ma che salva tutti, tranne il cattivo. Stranamente i suoi compari non hanno che poco spazio nel film, e mi sa che in montaggio…E il personaggio del ragazzo col portatile? Tagliato, oppure odiato dallo sceneggiatore? Cioé: mi tratti bene lo smistatore e mi sbatti il geek? Dove siamo arrivati???

Son tornato immediatamente cattivo, peccato.

Uscito il 18/09/09.

Visto anche da CinemaLeo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

If your website is claim enabled, it will be notified that you have posted here.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.