Ascensore per il patibolo

Rivisto in pochi anni? L’occasione era ghiotta, un Crime da culto, e non solo per la colonna sonora di Miles Davis. Lo ricordavo più opprimente, per il protagonista, sempre rinchiuso nell’ascensore, dopo l’assassinio del marito dell’amante, il crimine del caso. No, l’ascensore non andava solo sù e giù. Ad un certo punto, durante l’interrogatorio, pensavo ad un eventuale processo, con quelle prove e quegli elementi, complicatissimo e con esiti incerti. Invece la donna del caso và a recuperare i giovinastri irresponsabili, e…

Il solito bianco e nero del genere, le vie di Parigi, tre sottotrame che si devono per forza intersecare, ma non sembra che possano convergere, tanta è la disperazione che attanaglia anche chi lo guarda. Me lo ricordavo molto meglio, ma non è detto che sia una visione di commiato, sempre se sono talmente stupido da salvarlo per Miles.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

If your website is claim enabled, it will be notified that you have posted here.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.