I fatti della Banda della Magliana

Due o tre cose curiose: l’ennesimo ritratto della Banda, con Romanzo criminale e la serie che ne è stata tratta; l’impianto teatrale e il romanesco da sganasciarsi, tante sono gli improperi bellissimi che si tirano i protagonisti; il film del ciclo Crime col voto peggiore per il pubblico, quindi manco pe’ ca)%” se l’è ca”&£2 nessuno, figurarsi in tv; la voce forse di John Belushi, forse pure del rugbista ubriaco de L’attimo fuggente ha un volto, e nel secondo caso pare sia stato preso a Hollywood, tanta è la somiglianza. I nomi cambiano, la metafisica c’è anche qui, e Pannofino non è solo una voce. Alcuni momenti morti, alcuni divertenti, altri tragici, altri storici, ma una serie è tanto, un film non basta e una piece teatrale è per smargiassoni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

If your website is claim enabled, it will be notified that you have posted here.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.