Holy water

L’uomo ordinario al cospetto di situazioni straordinarie. Si parla di Spielberg, ma ci sono delle situazioni in cui l’ordinario si trova davanti all’eccezione, all’imprevedibile, al caso che, anche lui, gioca ai dadi: tra Irlanda e Gran Bretagna. Quanti film sono ambientati lì e succedono cose incredibili? Svegliati Ned, ad esempio, ma chissà cosa mi tirerà fuori Cine BlaBla; ci sono le Calendar Girls, Full monty o Grace con la sua erba, e chissà quali altri fatti eccezionali non sorprendono mai gli isolani.

Holy water parla di un paesino in decadenza, dove non si celebra un matrimonio da 12 anni e il postino non ha niente da fare. Lì vicino c’è la fabbrica del Viagra, liquido, e 4 buontemponi, per uscire dall’empasse di una vita segnata dalla birra, rubano un carico della Pfizer (secondo film in pochi giorni, ma qui la casa farmaceutica non approva) e, per nasconderlo, lo inseriscono in un pozzo, protetto dalla Madonna, ma che fornisce tutto il villaggio. Le conseguenze sono comprensibili.

Lo spunto è notevole, ma tutto è sceneggiato piuttosto male. I personaggi ci sarebbero, ma mancano dialoghi e scene madri, tutto svolto in modo mediocre, per non dire del montaggio. Ci sarebbe stato di chè divertirsi, ma forse sono troppo nostalgico…ho forse solo voglia di rivedere Svegliati Ned?

Uscito l’11/3/11.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

If your website is claim enabled, it will be notified that you have posted here.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.