Non guardarmi, non ti sento

Erano anni che volevo rivedere questo film. La prima volta, forse durante l’adolescenza, è stato doveroso guardarlo: un cieco e un sordo incriminati per un omicidio, ma, essendo recitato da Richard Pryor e Gene Wilder, due attori poco meno che fenomenali in questi frangenti, sapevo che mi sarei divertito. Ora, passando quasi da cinefilo, apprezzo più Frankenstein Jr., ad esempio, quindi certe situazioni mi facevano pendere solo per la sufficienza (e poi, le pause, i momenti di silenzio…), e la normalizzazione dell’attore bianco della coppia, al confronto di altri film, non aumentano il valore del film. La prima scena però è bellissima,

e certe situazioni sono al limite del paradossale, ma c’è un’altra Signora in rosso, che non ho mai visto tra l’altro, non fa brillare per originalità il film.

E’ stato bello rivederlo, ma una sola volta…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

If your website is claim enabled, it will be notified that you have posted here.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.