La ragazza di Bube

Bube era un paese? E comunque, cos’è, chi è? E’ un partigiano, e la ragazza è la sua fidanzata. Mistero risolto, perché il libro mi perseguitava da anni. Lui è quindi uno che se ne stava sulle montagne nei tempi del fascismo, di quelli che hanno combattuto, inviso a tanti, con un retaggio che avrebbe portato avanti la storia italiana per decenni. Lei è Claudia Cardinale, per lei un personaggio semplice, senza tanti problemi, se non dopo il finale. Aveva 25 anni all’uscita del film, ma quell’anno, il ’63, è stato meraviglioso, visto che sono usciti pure 8 e mezzo e Il gattopardo, e non solo. Un film produttivamente semplice, se non fosse per i problemi che hanno portato una qualsiasi riproduzione dell’immediato Dopoguerra, quando giravano ancora gli americani in jeep e si doveva scegliere tra monarchia e Repubblica. Tempi brutti, di progetti, di povertà, di conflitti non ancora risolti tra oppositori al regime e persone risultate vicinissime ad esso. Un’ambientazione che mette curiosità, senz’altro, perché col cinema si prende proprio tutto per i soggetti. Il crime del caso è l’uccisione di un Carabiniere, ma se ne parla indirettamente, e l’assassino compare e scompare, infine il processo, con la voce rotta della protagonista, che non riesce a spiegare le attenuanti.

Il bibliofilo me l’ha consigliato se non altro per la Cardinale, ma c’è molto di più. Io, sinceramente, a quell’epoca mi sarei innamorato, ma senza Internet che facevo? Sarei andato al cinema ogni giorno a cercare le locandine di un suo film? Avrei ascoltato la radio o visto la tv in attesa di una sua apparizione o di qualche sua parola? Mi sono sempre piaciuti i suoi occhi, la sua bocca, ma anche la voce non è affatto da non adorare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

If your website is claim enabled, it will be notified that you have posted here.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.