Avengers: Endgame

No, potevo anche intitolarlo 2001: Odissea nello spazio, vista la quantità di film che mi è bastata fino a ieri sera per questo blog, ma un’occasione così non si ripresenterà per molto, moltissimo tempo: 21 film per una storia che dura 11 anni, tre fasi per una sola saga, 70 personaggi gestiti da una sola persona, Kevin Feige; praticamente un castello di carte, immenso, iniziato con Iron man, ed è stata una scommessa che ha fatto vincere almeno 19 miliardi di dollari. Direi che c’è materiale per un psicoterapeuta per Kevin. In effetti ieri sì, ho sentito in sala commozione, mentre io, che per l’MCU sono sempre stato piuttosto distaccato, andavo già in cerca di parole per questa recensione: “bello, ma non bellissimo”; “ho preferito Infinity war”; “geniale ciò che hanno fatto per Thor”….

Da qualche giorno mi balenava un’idea, una saga di post che andava a recuperare dalla mia Cronologia su Firefox tutti gli articoli sugli Avengers e l’MCU…sì, è da agosto che non la cancello…Una saga che andava a recuperare ciò che poteva essere spoiler, ma che si sono rivelati spam, o blasting, come uno dei primi articoli, letti ieri sera dopo l’esperienza in sala (sì, è stata un’esperienza): Robert Downey Jr. coi capelli biondi a Wakanda. No, non c’è nel film, come non è mai stato a capo dello SHIELD. Piano piano, in questi giorni, andrò a recuperare le storie e le teorie scritte prima di ieri, con una specie di nostalgia, di affronto verso gli spoiler, di comprensione verso la stampa, o per meglio dire verso Internet.

Sì, è stato un evento, la sala era quasi piena (17.30, inizio spettacolo, con 30 minuti di pubblicità iniziale ed una pausa eseguita e mal posta), una di quelle cose che si avvicinano a quelle cose che, pop parlando, si avvicina a “dov’eri quando JFK…?” o ” vado indietro nel tempo e ammazzo Hitler”….Già, i viaggi nel tempo, un mezzo spoiler, visto che Vedova nera non si fà crescere i capelli e se li tinge appena dopo la decimazione, come da trailer. I viaggi nel tempo, dicevo: ad un certo punto i Russo ci prendono per il culo, e ci divertono lì, ma anche con altre citazioni cinematografiche che non ti aspetti, buttate nel calderone gestito benissimo. Eh sì, perché c’è Kevin Feige, a capo di tutto, ma anche i Russo (che ieri sera leggevo si fanno una specie di vacanza con una storietta di cui hanno comprato i diritti). Da ieri in avanti c’è l’effetto Matrix anche per loro: possono finire nel dimenticatoio come le sorelle registe dopo una saga che è quasi impossibile ripetere. Certo, c’è all’orizzonte Avatar, ma senza un 3-D rivoluzionario, la Disney (perché nel pacchetto Fox c’è anche questa robetta) ci andrà con i piedi di piombo, checché ne dica Cameron.

Ora, l’universo MCU si incasinerà. Le serie tv dI Disney+ già da stamattina danno indizi di iperboli, con Wanda che dice che la sua, con Visione, si ambienterebbe negli anni ’50….Poi ti chiedi di Loki, di Falcon e Bucky…e Jessica Jones? Uno dei pochi passi falsi della Marvel? I Defenders, insieme agli Inumani, sono stati lasciati indietro, ma c’è in prospettiva lo SHIELD, che continuerebbe dalla prossima estate.

Non so’ cosa è successo, a livello personale. Ho aspettato da un anno questo film, un’attesa appena mitigata dai tentativi di spoiler e dalle teorie riprese da Reddit. Non ero certo di andare a vederlo ieri, assolutamente, per problemi di salute e di meteo avverso, ma avevo comunque prenotato il posto. Ora, però, quel “bello, ma non bellissimo” mi farà ragionare sul rewatch in una sala più vicina, forse più intima di un multisala distante 40 minuti. Come gestire gli amici che su Fb non hanno visto il film, o per meglio dire non hanno vissuto ancora l’esperienza? I Russo hanno incasinato molto le cose, perché hanno garantito uno degli incassi più grossi nei primi giorni, se non il più grande, dicendo che sarebbe meglio per tutti andarci appena uscito, per non subire spoiler, e la Disney ringrazia. Poi c’è il blasting, e i siti non cinematografici (Vanity Fair) che già danno anticipazioni, seppur moderate, sui personaggi. Sono già 659 parole per il post, e mi sembra di essere Tony Stark nello spazio che lancia messaggi alla sua Potter….ah, i trailer!!!

In questi mesi sono usciti due o tre trailer, e molti spot per la tv nelle ultime settimane, tutti, secondo i Russo, presi rigorosamente dai primi minuti del film. Ci hanno ingannato, anche lì, ma è stato un dolce inganno manovrato meravigliosamente…

– 200, questa volta in base alla trama, o al soggetto

Si fa sul serio oramai, visto che finora ho selezionato 1400 film dei 2000 visti per il blog, ma mi rendo la vita facile, visto che la prossima selezione sarà basata sulle migliori interpretazioni. Il file completo, con tutti i film, è visibile anche a questo indirizzo, oltre che sotto ad ogni post del blog, ma qui sotto c’è l’ultima tornata di film selezionati, tutti col voto di 7/10.

09’11”01
…continuavano a chiamarlo Trinita
2 single a nozze
A 30 secondi dalla fine
A proposito di Schmidt
About a Boy. Un ragazzo
Al di la della vita
Alien 3
Alta tensione
America oggi
American Gangster
American History X
American Life
An Education
Angoscia
Apollo 13
Arianna
Armageddon. Giudizio finale
Ascensore per il patibolo
Autumn in New York
Babel
Babylon A.D.
Baci rubati
Baciami stupido
Balla coi lupi
Bar Sport
Bird
Blade Runner
Broadway Danny Rose
Bronson
Brutti, sporchi e cattivi
C’e [email protected] per te
Cabaret
Canone inverso. Making Love
Carlito’s way
Carrie, lo sguardo di Satana
Chi uccidera Charley Varrick?
Cocoon
Collateral
Come Dio comanda
Contagion
Crocevia della morte
Cuore selvaggio
Delicatessen
Dentro la notizia
Detenuto in attesa di giudizio
Devil
Devil’s Knot – Fino a prova contraria
Diaz
Django
Dottor Jekyll e Mr. Hyde
E allora mambo!
E.T. L’extraterrestre
Edward mani di forbice
Elizabeth: The Golden Age
eXistenZ
Final Destination
Finalmente domenica!
Fino all’ultimo respiro
Fragole e sangue
Fuga da Alcatraz
Full Metal Jacket
Ghostbusters II
Ginger e Fred
Giovani, carini e disoccupati
Giulietta degli spiriti
Gli amici del bar Margherita
Gli esclusi
Grease
Harold and Maude
Harry a pezzi
Hero
I protagonisti
I signori della truffa
Il braccio violento della legge
Il cielo puo attendere
Il conformista
Il diavolo e femmina
Il fiume rosso
Il genio della truffa
Il grande silenzio
Il ladro di orchidee
Il maratoneta
Il miglio verde
Il mio amico Eric
Il mucchio selvaggio
Il passato
Il ragazzo con la bicicletta
Il sarto di Panama
Il sospetto
In Time
Incontrerai l’uomo dei tuoi sogni
Innamorarsi
Intrigo a Berlino
James Bond – Casino Royale
L’ammutinamento del Caine
L’amore segreto di Madeleine
L’angelo azzurro
L’appartamento
L’impero del sole
L’ultimo bacio
L’ultimo contratto
L’undicesima ora
L’uomo che sapeva troppo
L’uomo che visse nel futuro
L’uomo di Alcatraz
L’uomo nell’ombra
La bottega dei suicidi
La città perduta
La dea dell’amore
La febbre del sabato sera
La prima cosa bella
La ragazza che giocava con il fuoco
La tregua
Ladri di biciclette
Lawrence d’Arabia
Le idi di marzo
Le vie della violenza
Led Zeppelin. Celebration day
Leoni per agnelli
Lo sceicco bianco
Lo spazio bianco
Lo stravagante mondo di Greenberg
Lontano dal paradiso
Lost in Translation
Louise Michel
M.A.S.H.
Manderlay
Maradona – La mano de Dios
Molto rumore per nulla
Moonlight Mile
Moonrise Kingdom – Una fuga d’amore
Mr. Smith va a Washington
Mulholland drive
Nashville
No Man’s Land
Non buttiamoci giu
Non e un paese per vecchi
Nowhere boy
Number 23
Ocean’s Thirteen
Ombre malesi
Omicidio in diretta
Once
Phil Spector
Pina
Point Break
Pranzo di ferragosto
Prendi i soldi e scappa
Prima pagina
Primavera, estate, autunno, inverno
Profondo rosso
Prova d’orchestra
Quell’ultimo ponte
Ray
Revolutionary Road
S. Darko
Scary Movie
Scoop
Scusi, dov’è il West?
Shutter Island
Singles – L’amore e un gioco
Smash His Camera
Spartacus
St. Elmo’s Fire
Star Trek Into Darkness
Star Wars – Episodio 2 – L’attacco dei cloni
Stardust memories
Strade perdute
Sulle mie labbra
Superman Returns
Svegliati Ned
Tandem
The Blues – L’anima di un uomo
The Bourne Legacy
The Bourne ultimatum
The Dreamers – I sognatori
The Elephant Man
The Experiment
The Hitcher – La lunga strada della paura
The Hurt Locker
The Master
The Millionaire
The Terminal
Thor
Tideland – Il mondo capovolto
Tron Legacy
Tu mi turbi
Tutti i santi giorni
Ultimo tango a Parigi
Umberto D
Un tranquillo weekend di paura
Una pura formalità
Uomini di Dio
Upside Down
Videodrome
Waking Life
What Women Want
X-men 2
X-Men le origini: Wolverine

The Bourne legacy

Torni in un’altro mondo in visita, visto che il genere non ti piace più, e come al solito ti ricordi poco, di Matt Damon, certo della Cia, ma altro…Si dovrebbe ripartire da zero, ma ti complicano le cose sovrapponendo le vicende di uno e dell’altro, un Jeremy Renner che comunque ti chiederai sempre da dove salta fuori, in qualsiasi parte della sua filmografia. La sceneggiatura c’è, le star pure, l’azione non ti fa rimpiangere nulla….a questo punto, con Contraband, mi chiedo se sono in regressione, dopo le mia ambizioni più cinefile. E’ un buon film, la tensione la senti a dovere, specie tra la neve, nella prima parte, ma ti chiedi comunque qual’è la fregatura, dove sta l’inghippo, e non ti ricordi, dopo i titoli di testa, che alla regia c’è Tony Gilroy, si quello preso in giro in un Ocean’s, l’afrodisiaco che prende per il culo lo sceneggiatore. C’è altro? Il recupero di Edward Norton, che fa il doppio cattivone, e di Rachel Weitsz, una che, devo ammetterlo, non ricordavo dove comparisse nuda….pensieri che non distraggono parecchio, anzi, è più colpa di Mediaset, che ti mette i commercial di punto in bianco, senza quasi un criterio….

  1. Pollo alle prugne
  2. Love and secrets
  3. Contraband
  4. The Bourne legacy
  5. The rum diary – Cronache di una passione
  6. Womb
  7. American pie: ancora insieme

Love and secrets

Mi sono commosso più  e più volte, durante la visione: vedersi dal vivo, o almeno godersi in tv Kirsten Dunst è un miracolo della bellezza, oramai ero abituato alle fotografie, al massimo alle gif o a Youtube, ma guardare la fossetta sul suo viso è solo un piccolo pezzo di felicità. Peccato che non ci resti nel film, si capisce benissimo che non avrà un bel destino la storia d’amore con l’imprenditore interpretato da Ryan Gosling, uno che traffica nel crimine, e per giunta con qualche problema mentale. Ci rimani male, appena la trascina per i capelli, appena compare alla soglia dei vicini con un pugno all’occhio, perché una tale bellezza non ha mai calcato il mio pianeta. Il film dovrebbe comunque stare nelle mani di Gosling, a quanto pare, per essere un pochetto oggettivo, ma tutto pare in ombra, non troppo spiegato, e la sceneggiatura non è del tutto limpida, con dei flashback che lasciano il tempo che trovano, personaggi poco inseriti. Insomma, basta la Kirsten a farne un capolavoro.

  1. Pollo alle prugne
  2. Love and secrets
  3. The rum diary – Cronache di una passione
  4. American pie: ancora insieme

Addio Robin….

Ha attraversato metà della mia vita, se non oltre. Mi ha fatto ridere, ok, normale, mi ha fatto riflettere, ok, ma mi ha forse anche fatto piangere, forse a causa proprio del film dal quale ho preso la seguente scena. Come non collegare le due cose, come non pensare al suo Paradiso personale (anche se io sto ancora facendo i conti con quello lassù). Io per un post del genere non saprei da dove partire: Mork? Good morning Vietnam? L’attimo fuggente? O le battute, raccolte nelle Formiche? La scena è presa da Al di là dei sogni, la battuta che segue è per rinfrancarci, o per tentare di odiarlo per averci lasciati soli.

1163. Poi è venuta la marijuana… Quando fumi la marijuana poi vuoi correre in
macchina… Il vento ti scompiglia i capelli, ed il finestrino non è neanche
aperto! E quando ti ferma un poliziotto, tu mangi tutto quello che c’è nel
posacenere, poi ripassi la frase da dire: «C’è qualche problema, agente? C’è
qualche problema, agente?»e quando lui ti si avvicina, gli dici: «Da wagga
yagababa gaganawaka waka?»
Robin Williams.

Prima di poi – Top of the lake

Io di Jane Champion non so quasi nulla, non ho visto che poca roba, forse solo il fondamentale Lezioni di piano. La gente cresce comunque, e ti ritrovi tutti a fare serie tv, secondo la teoria che ormai al cinema fanno solo sconti. E con Top of the lake ribadisco, se ce n’era bisogno, che Sky Atlantic è un gran canale, anche se mi occupa facilmente tutta la memoria del Myskyhd, data la versione del canale in alta definizione….Donne quindi, di quelle cazzute o di quelle disgraziate, criptiche o protagoniste, libere o legate a ricordi bruttissimi. Gli uomini hanno dei ruoli di contorno, e quando si presentano si cerca in tutti i modi di levarli di torno. La trama inizia già bruttissima, prosegue peggio, ma senza i nazisti dell’Illinois, visto che è una storia tutta australiana, non si vede l’ombra di una setta, non ci sono le atmosfere di Millennium dietro alla scomparsa di una ragazzina incinta, ma tutto questo, a tre puntate viste, ti fa venire il dubbio che tanta roba che hai visto potevi evitarla. Io continuo a registrare….

  1. Shameless
  2. Big love
  3. Web therapy
  4. Masters of sex
  5. Top of the lake
  6. Agents of S.H.I.E.L.D.
  7. Banshee
  8. Vikings
  9. In treatment (It)
  10. Gomorra
  11. Suits
  12. Wilfred
  13. Bored to death
  14. Magic city
  15. Broadcurch
  16. Graceland
  17. Intelligence